Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di vendita e di fornitura della DESIGNA Verkehrsleittechnik GmbH

Art. 1 Disposizioni generali
1.1. Le presenti condizioni generali di vendita e di fornitura valgono per tutte le forniture e tutti i servizi erogati da DESIGNA. Per quanto riguarda il software, fanno inoltre fede le nostre condizioni generali di licenza d'uso del software.

1.2. Le nostre condizioni di vendita e di fornitura hanno validità esclusiva; non riconosceremo eventuali condizioni del Committente che si contrappongono o si scostano dalle nostre, a meno che venga fornito per iscritto da parte nostra un espresso consenso alla loro applicazione. Le nostre condizioni di vendita e di fornitura faranno fede anche in caso di nostra consegna effettuata consapevolmente senza riserve a fronte di condizioni del Committente contraddittorie o divergenti.

1.3. Eventuali accordi individuali che divergono o che vanno a integrare le nostre condizioni di vendita e di fornitura dovranno essere stilati per iscritto.


Art. 2 Ordine, ambito delle prestazioni, documentazione

2.1. La base delle nostre forniture o servizi è costituita dalle relative offerte, salvo il caso in cui in sede contrattuale siano state stipulate disposizioni divergenti.

2.2. Le offerte e i preventivi per lavori di riparazione e installazione vengono sempre forniti senza impegno.

2.3. Per quanto riguarda i preventivi di spesa, i disegni e l'ulteriore documentazione (di seguito definiti semplicemente "documentazione"), DESIGNA si riserva i diritti di proprietà e d'autore. La documentazione potrà essere resa accessibile a terzi solo previo consenso di DESIGNA e, in caso di mancato conferimento dell'ordine, su richiesta dovrà essere restituita immediatamente. La documentazione del Committente potrà essere messa a disposizione di quei terzi ai quali DESIGNA ha trasferito l'ordine a buon diritto.

2.4. Il Committente gode del diritto non esclusivo di utilizzo del software standard con le caratteristiche concordate e non modificate per gli apparecchi oggetti dell'accordo. Al Committente è concessa la possibilità di riprodurre, anche senza espliciti accordi, una copia di backup di tale software.


Art. 3 Prezzi, condizioni di pagamento

3.1. I nostri prezzi si intendono "franco fabbrica", al netto dell'IVA prevista per legge. I costi per l'imballaggio, le operazioni di caricamento e il trasporto, nonché eventuali imposte sull'importazione e dazi saranno a carico del Committente, salvo quanto concordato diversamente.

3.2. Se DESIGNA viene incaricata di occuparsi dell'installazione o del montaggio e se non vengono presi accordi diversi, il Committente, oltre al compenso concordato, dovrà sostenere tutti i necessari costi accessori come: spese di viaggio, costi per il trasporto degli strumenti e del bagaglio del personale, nonché le indennità di trasferta.

3.3. I pagamenti devono essere effettuati franco sportello incaricato di ricevere i pagamenti di DESIGNA. Salvo espressa diversa pattuizione, le nostre fatture vanno saldate entro e non oltre i 10 giorni dalla data della fattura. In caso di ritardo nei pagamenti, DESIGNA è libera di calcolare interessi di mora di 8 punti percentuali al di sopra del tasso d'interesse base annuo. DESIGNA si riserva inoltre il diritto di avanzare richiesta di risarcimento per eventuali ulteriori danni da ciò derivanti.

3.4. Salvo espressa diversa pattuizione, fanno fede le seguenti condizioni di pagamento:
30% al conferimento dell'ordine
40% alla notifica di "disponibilità a effettuare la consegna"
20% al termine del montaggio
10% al momento del collaudo e/o dell'accettazione finale

3.5. Qualora in seguito alla stipula del contratto ci si renda conto che il diritto al pagamento è a rischio a causa di un'insufficiente liquidità, in particolare per la mancanza di affidabilità creditizia dell'acquirente, DESIGNA è autorizzata a richiedere un'immediata garanzia cauzionale o il pagamento in contanti, senza alcuna riduzione, per tutte le merci consegnate e non ancora saldate, e il pagamento anticipato per tutte le merci ancora da consegnare, nonché di trattenere le merci non ancora consegnate. Se il Committente non adempie agli obblighi sopra esposti entro i termini previsti, DESIGNA ha la facoltà di rifiutare di portare a termine la fornitura e di recedere dal contratto, con conseguente richiesta di risarcimento danni.

3.6. Il Committente può effettuare compensazioni soltanto con crediti incontestati o accertati giudizialmente. Il Committente non può far valere il proprio diritto di ritenzione su crediti non derivanti dallo stesso rapporto contrattuale.


Art. 4 Consegna
4.1. Il rispetto dei termini di consegna presuppone che tutte le questioni tecniche fra DESIGNA e il Committente siano state chiarite e che il Committente abbia assolto a tutti gli obblighi a cui era tenuto, come, in particolare, la presentazione delle necessarie autorizzazioni/licenze, permessi o progetti, nonché i pagamenti anticipati concordati. Se tali presupposti non vengano soddisfatti in tempo utile, i termini di consegna verranno debitamente posticipati; ciò non vale nel caso in cui il ritardo sia da attribuirsi a DESIGNA.

4.2. Sono ammesse consegna parziali. DESIGNA è autorizzata a effettuare la consegna anche prima della data concordata. Qualora DESIGNA venga ostacolata nel tenere fede, secondo i tempi previsti, al proprio impegno di fornitura per circostanze di cui si è preso atto solo dopo la stipula del contratto, in particolare per motivi di forza maggiore, catastrofi naturali, iniziative sindacali, interventi delle autorità, problemi nell'approvvigionamento del materiale, problemi di traffico, impedimenti imprevedibili alle proprie attività aziendali, rischi causati da conflitti bellici o attacchi terroristici, mancate consegne o ritardi nelle consegne da parte dei subfornitori (non prevedibili) o per altre cause simili, l'obbligo di consegna verrà sospeso per la durata dell'ostacolo, in modo proporzionale all'effetto di tali ostacoli.
DESIGNA è tenuta a informare tempestivamente per iscritto l'acquirente in merito all'ostacolo temporaneo incontrato o all'impossibilità di effettuare la consegna o il servizio, specificandone il motivo. Se la sospensione dell'obbligo di prestazione non è ritenuto accettabile da parte del Committente, quest'ultimo è autorizzato a recedere dal contratto alla scadere di un termine di proroga da lui fissato. Il preavviso non è necessario nei casi stabiliti dalla legge (§ 323, comma 2 e 4, § 326, comma 5 del codice civile tedesco). DESIGNA non è responsabile della mancata prestazione o del ritardo nell'esecuzione attribuibili ai fattori sopra citati. È escluso il ricorso al risarcimento danni o al rimborso spese. Se è stata effettuata una prestazione parziale, il Committente può recedere dall'intero contratto solo se egli non è interessato a una prestazione parziale. In caso di ritardi nell'erogazione della prestazione per motivi imputabili al Committente, i termini e le date di consegna concordati verranno posticipati/rinviati di conseguenza.

4.3. In caso di ritardo, DESIGNA è tenuta a rispondere conformemente a quanto stabilito all'articolo 9. In caso di mora nella consegna dovremo inoltre rispondere di ogni settimana completa di ritardo nell'ambito di un'indennità di mora forfettaria pari allo 0,5% a settimana, per un massimo del 15% del valore dell'ordine delle forniture e dei servizi consegnati in ritardo. È escluso qualsiasi altro diritto, a meno che il ritardo sia da imputarsi, come minimo, a colpa grave da parte di DESIGNA, dei suoi organi o del suo personale ausiliario.


Art. 5 Trapasso del rischio
5.1. Salvo quanto concordato diversamente, la fornitura è intesa "franco fabbrica". Il rischio passa al Committente nel momento in cui l'oggetto della fornitura viene preso in consegna degli incaricati del trasporto, indipendentemente da chi si assume i costi del trasporto. Ciò vale anche nel caso in cui noi fossimo responsabili di ulteriori prestazioni come la consegna, l'installazione o il montaggio. Su richiesta e a spese del Committente, DESIGNA provvederà ad assicurare le forniture contro i normali rischi di trasporto.

5.2. Se al Committente viene consegnato un impianto completo e se è stato concordato un collaudo, il rischio passa al Committente nel momento in cui l'impianto completo viene messo in funzione da parte di quest'ultimo.

5.3. Se la spedizione, la consegna o la messa in funzione vengono ritardate per circostanze imputabili al Committente, il rischio passa al Committente a partire dal giorno in cui viene emesso l'avviso di merce pronta per la consegna o dal giorno di notifica della disponibilità a effettuare la messa in funzione.


Art. 6 Installazione, montaggio
Salvo quanto concordato diversamente per iscritto, per l'installazione e il montaggio valgono le seguenti disposizioni:

6.1. Il Committente è tenuto a provvedere, a proprie spese e in tempo utile, a quanto segue:
a) tutti i lavori di scavo, di costruzione e gli ulteriori lavori accessori non specifici del settore, compresa la necessaria manodopera specialistica e ausiliaria, i materiali da costruzione e gli strumenti,
b) gli oggetti e i materiali necessari per il montaggio e la messa in servizio, come impalcature, apparecchi di sollevamento e altri dispositivi, combustibili e lubrificanti,
c) alimentazione elettrica e idrica presso il luogo d'utilizzo, compresi i collegamenti, il riscaldamento e l'illuminazione,

d) presso il luogo di montaggio: locali sufficientemente grandi, idonei, asciutti e chiudibili destinati al deposito dei componenti macchina, delle apparecchiature, dei materiali, degli utensili, ecc. e locali di lavoro e di riposo adeguati per il personale addetto al montaggio, compresi impianti sanitari consoni alle circostanze; inoltre, a tutela della proprietà di DESIGNA e del personale addetto al montaggio, nel cantiere il Committente è tenuto ad adottare le stesse misure che applicherebbe per proteggere i propri effetti,
e) abbigliamento protettivo e dispositivi di protezione necessari alla luce delle specifiche condizioni vigenti presso il luogo di montaggio.

6.2. Prima dell'inizio dei lavori di montaggio, il Committente, di propria iniziativa, è tenuto a fornire le necessarie informazioni in merito alla posizione delle condotte non a vista dell'impianto elettrico, del gas e dell'acqua o di impianti simili, ed è tenuto a mettere a disposizione i necessari dati strutturali.

6.3. Prima dell'inizio dell'installazione o del montaggio, i materiali e gli oggetti necessari per l'avvio dei lavori devono essere stati portati presso il luogo di installazione o montaggio e tutti i lavori preliminari devono aver raggiunto uno stadio d'avanzamento tale da consentire di avviare le operazioni di installazione e montaggio come concordato e senza interruzioni. Le vie di accesso e il sito in cui avrà luogo l'installazione o il montaggio devono risultare spianate e sgombre.

6.4. Nel caso in cui le operazioni di installazione, montaggio o messa in funzione subiscano dei ritardi per circostanze non imputabili a DESIGNA, il Committente dovrà farsi carico dei costi per i tempi d'attesa e le ulteriori spese di viaggio ragionevolmente sostenute dal personale di DESIGNA.

6.5. Ogni settimana il Committente deve certificare per tempo a DESIGNA la durata delle ore di lavoro del personale addetto al montaggio, nonché il completamento delle operazioni di installazione, montaggio o messa in funzione.

6.6. Il collaudo finale avrà luogo solo se espressamente concordato in sede contrattuale. In quest'ultimo caso, se DESIGNA richiede che il collaudo delle prestazioni venga effettuato al momento dell'ultimazione dei lavori, il Committente dovrà effettuarlo entro due settimane. In caso contrario, il collaudo si riterrà eseguito. Il collaudo si riterrà inoltre eseguito nel caso in cui l'oggetto della fornitura sia stato messo ad es. in funzione al termine della fase di prova concordata.


Art. 7 Riserva di proprietà
7.1. La merce oggetto delle forniture rimane di proprietà di DESIGNA fino all'adempimento di tutti i diritti che le spettano nei confronti del Committente in base al rapporto d'affari instaurato.

7.2. Il Committente è tenuto a trattare con la dovuta cura la merce soggetta alla riserva di proprietà; in particolare, a proprie spese, dovrà assicurarla al "valore a nuovo" contro il rischio di danni causati da incendi, acqua e furto. Nel caso in cui si rendano necessari lavori di manutenzione e ispezione, il Committente dovrà effettuarli per tempo a proprie spese.

7.3. Il Committente dovrà portare immediatamente a nostra conoscenza (per iscritto) eventuali pignoramenti o altri interventi da parte di terzi.

7.4. L'eventuale elaborazione o trasformazione da parte del Committente della merce in riserva di proprietà avverrà sempre a nostro favore. Se la proprietà di DESIGNA si estingue per il fatto che la merce in riserva di proprietà viene combinata con prodotti di terzi, in questa sede si concorda fin da ora che la (con)proprietà del Committente sull'oggetto unitario verrà trasferita a DESIGNA in maniera proporzionale alla parte del valore interessata (valore della fattura).

7.5. Non sono ammessi depositi in pegno o trasferimenti di proprietà a titolo di garanzia. Il Committente può rivendere la merce soggetta a riserva di proprietà solo nell'ambito di una normale trattativa d'affari e solo a condizione che riceva il pagamento dal proprio cliente o effettui la transazione con la riserva secondo cui la proprietà passerà in capo al cliente solo dopo che questi avrà adempiuto ai propri obblighi di pagamento. Il Committente cede fin da ora interamente a DESIGNA, a titolo di garanzia, i diritti derivanti dalla rivendita o da altri motivi legali in relazione alla merce soggetta a riserva di proprietà. Il  Committente è autorizzato, in modo revocabile, a riscuotere a proprio nome i crediti ceduti a DESIGNA per la sua fattura. Il mandato di riscossione può essere revocato nel caso in cui l'acquirente assuma un comportamento contrario ai termini del contratto.

7.6. In caso di comportamento del Committente contrario ai termini del contratto, in particolare in caso di ritardo nei pagamenti, previa definizione di una congrua proroga di pagamento siamo autorizzati a riprenderci la merce soggetta alla riserva di proprietà. Il ritiro da parte nostra della merce soggetta alla riserva di proprietà costituisce recesso dal contratto.

7.7. Qualora il valore realizzabile dei diritti di garanzia che ci spettano dovesse superare di oltre il 10% l'ammontare di tutti i diritti garantiti, su richiesta del Committente siamo tenuti a svincolare una parte corrispondente di tali diritti di garanzia.


Art. 8 Obblighi di denuncia dei vizi, garanzia
8.1. Il Committente è tenuto a ispezionare le nostre forniture immediatamente al loro ricevimento, al fine di accertarne la conformità al contratto. In caso di ammanchi e forniture errate o di eventuali difetti riconoscibili, DESIGNA dovrà essere informata tempestivamente per iscritto, indicando il tipo di contestazione. Eventuali difetti riconoscibili solo in un secondo momento dovranno essere comunicati immediatamente nel momento in cui vengono individuati secondo le modalità sopra descritte.

8.2. I diritti del Committente derivanti da un vizio della cosa sono inizialmente limitati alla facoltà di DESIGNA di porvi rimedio, a sua discrezione, mediante riparazione o fornitura di merci sostitutive prive di vizi. Se tale adempimento successivo non ha luogo, se tale situazione viene ritenuta inaccettabile dal Committente o se noi dovessimo rifiutarci di eseguire la prestazione in modo serio e definitivo, il Committente ha la facoltà, a propria discrezione, di richiedere una riduzione del prezzo o di recedere dal contratto. L'obbligo al risarcimento danni è limitato secondo quanto stabilito all'articolo 9. Ciò vale anche in caso di richiesta di rimborso spese.

8.3. Tutti i diritti derivanti dalla presenza di vizi della fornitura, compresi gli eventuali diritti al risarcimento danni, cadono in prescrizione entro 12 mesi a partire dalla data di consegna (per i pezzi soggetti a usura entro 6 mesi dalla consegna), eccetto in caso di dolo. Ciò vale anche per richieste di risarcimento danni congruenti e concorrenti derivanti da una responsabilità extracontrattuale.

8.4. I diritti di reclamo per vizi della cosa vengono meno se si è in presenza solo di marginali scostamenti rispetto alle caratteristiche concordate o a fronte di situazioni in cui l'usabilità dell'oggetto della fornitura risulta solo lievemente compromessa. La garanzia è inoltre esclusa in caso di danni provocati da un utilizzo improprio o riconducibili a un uso diverso da quello stabilito in sede contrattuale. Ciò vale in particolare nel caso in cui i lavori di costruzione non siano stati eseguiti a regola d'arte, in caso di terreno di fondazione non idoneo o per danni causati da influssi esterni particolari non previsti dal contratto, nonché in seguito a errori software non riproducibili. Inoltre, se il Committente o terze parti effettuano modifiche o riparazioni inappropriate, queste e i danni che ne possono derivare non saranno coperti da garanzia.

8.5. Se il ricorso in garanzia per i vizi della cosa si rivela ingiustificato, DESIGNA è autorizzata a richiedere al Committente il risarcimento delle spese sostenute in relazione a tale ricorso.


Art. 9 Responsabilità
9.1. DESIGNA è tenuta a rispondere alle richieste di risarcimento danni, indipendentemente dal motivo giuridico, solo in caso di dolo o colpa grave da parte dei suoi organi o del suo personale ausiliario. La presente esclusione di responsabilità per semplice negligenza non vale in caso di violazione di obblighi contrattuali fondamentali, a meno che si tratti della responsabilità per vizi della cosa. In caso di violazione di obblighi contrattuali fondamentali, la responsabilità è limitata ai danni tipici prevedibili. Le richieste di risarcimento danni derivanti dalla responsabilità contrattuale, e non dalla responsabilità delineata all'articolo 8, cadano in prescrizione entro un anno a partire dalla data di consegna, eccetto in caso di dolo. Ciò vale anche per richieste congruenti e concorrenti derivanti da una responsabilità extracontrattuale.

9.2. Le presenti disposizioni non vanno a invalidare la responsabilità per il risarcimento danni derivante dalla garanzia da noi assunta o dalla responsabilità ai sensi della legge sulla responsabilità del produttore. Lo stesso vale in caso di danno causato da lesioni, anche letali, della persona e della salute.


Art. 10 Diritti di proprietà industriale e diritto d'autore
10.1. Salvo diverso accordo, DESIGNA è tenuta a eseguire la fornitura solamente nel paese del luogo di consegna, libera da diritti di proprietà industriale e diritti d'autore di terze parti (di seguito definiti semplicemente diritti di protezione). Qualora in seguito a violazione dei diritti di protezione (dovuta all'uso conforme al contratto di prodotti forniti da DESIGNA) terzi avanzino nei confronti del Committente delle pretese legittime, DESIGNA risponderà verso il Committente conformemente alle seguenti disposizioni:
a) DESIGNA, a propria discrezione e a proprie spese, dovrà ottenere un diritto di protezione per le relative forniture, modificare queste ultime in modo che non venga violato il diritto di protezione, oppure provvedere alla sostituzione delle parti interessate. Qualora ciò non fosse possibile a DESIGNA sulla base di condizioni ragionevoli, al committente spettano gli altri diritti previsti dalla legge.
b) L'obbligo al risarcimento danni è limitato secondo quanto stabilito all'articolo 9.
c) I diritti del Committente sopra esposti sussistono solamente qualora DESIGNA venga informata immediatamente per iscritto circa le pretese avanzate da terzi nel momento in cui queste vengono riconosciute, qualora DESIGNA non riconosca la violazione e a DESIGNA rimangano riservate tutte le misure per difendersi nonché le trattative di transazione. Qualora il Committente, per motivi di limitazione del danno o per altri motivi importanti, dovesse sospendere l'utilizzo dell'oggetto della fornitura, egli è tenuto a portare a conoscenza del terzo interessato il fatto che la sospensione dell'utilizzo non comporta alcun riconoscimento della violazione di un diritto di protezione.

10.2. Resta escluso qualsiasi diritto del Committente qualora le cause della violazione del diritto di protezione siano a lui imputabili.

10.3. Resta altresì escluso qualsiasi diritto del Committente qualora la violazione del diritto di protezione fosse dovuta a specifiche prescrizioni del Committente, a un utilizzo non prevedibile da parte di DESIGNA o al fatto che il Committente abbia modificato l'oggetto della fornitura o lo abbia utilizzato insieme ad altri prodotti non forniti da DESIGNA.

Art. 11 Varie
11.1 I rapporti contrattuali sono regolati dal diritto tedesco. Le lingue contrattuali sono il tedesco e l'inglese.

11.2 Foro competente per tutte le dispute derivanti dal contratto sarà il tribunale con giurisdizione sulla sede di DESIGNA, nel caso in cui il Committente sia rappresentato da un soggetto commerciale, una persona giuridica pubblica o un patrimonio speciale pubblico. DESIGNA è inoltre autorizzata a intentare causa presso la sede del Committente. L'accordo sul foro competente vale anche nel caso in cui il Committente,  sul proprio territorio nazionale, non disponga di un foro competente generale.

11.3 Qualora singole parti delle presenti condizioni di licenza dovessero dimostrarsi inefficaci o non applicabili, ciò non comprometterà la validità delle parti restanti. I partner contrattuali sono tenuti a sostituire le disposizioni inefficaci con altre valide dal punto di vista legale e il più vicino fedeli al senso, allo scopo e al risultato economico di quelle originali.


Condizioni generali di licenza d'uso del software della DESIGNA Verkehrsleittechnik GmbH

Art. 1 Oggetto del contratto
1.1 DESIGNA concede al Committente, alle condizioni di seguito riportate, un diritto non limitato nel tempo, non esclusivo e non trasferibile per l'utilizzo del materiale fornito in licenza definito in sede di conferma d'ordine / contratto di licenza / contratto di manutenzione per il numero di postazioni di lavoro e/o centri di controllo dati e/o terminali specificato nella relativa conferma d'ordine / contratto di licenza e di manutenzione.

1.2 Definizioni: con il termine "centro di controllo dati" si intende un singolo computer, a cui possono avere accesso una o più stazioni di lavoro, il quale comanda uno o più terminali e/o centri di controllo dati. Con il termine "terminale" si intende un apparecchio singolo comandato da un centro di controllo dati, ma non il centro di controllo dati vero e proprio. Con il termine "materiale fornito in licenza" si intendono programmi di elaborazione dati e/o dati soggetti a licenza forniti sotto forma di record a lettura elettronica, compresa la relativa documentazione e/o i manuali.

1.3 L'utilizzo del materiale fornito in licenza su un numero di postazioni di lavoro / centri di controllo dati superiore a quello specificato nel relativo ordine è consentito solo previa stipula di una licenza integrativa.

1.4 I programmi rispecchiano le descrizioni fornite nel manuale; non esiste alcun obbligo a fornire funzionalità che esulano da quelle previste per i programmi stessi.

1.5 La concessione del diritto d'uso spetta solo nel caso in cui il Committente sia in possesso di una conferma d'ordine, all'emissione di un ordine vincolante sulla base dei moduli d'ordine ufficiali di DESIGNA o in seguito all'emissione della fattura da parte di DESIGNA.

1.6 A integrazione delle presenti condizioni generali di licenza d'uso del software si applicano le condizioni generali di vendita e di fornitura di DESIGNA, a meno che le condizioni di licenza d'uso del software prevedano disposizioni diverse.


Art. 2 Entità del diritto d'uso
2.1 Il cliente è autorizzato a utilizzare i programmi forniti in licenza conformemente a quanto disposto nel certificato di licenza del sistema.

2.2 Con il termine "utilizzo" si intende ogni copia (installazione) completa o parziale del materiale a lettura elettronica fornito in licenza realizzata allo scopo di elaborare le istruzioni o i dati in esso contenuti su un centro di controllo dati, su una singola postazione di lavoro o terminale. Il Committente è autorizzato a utilizzare in contemporanea il materiale fornito in licenza installato su un centro di controllo dati, postazione di lavoro o terminale solo sul numero di centri di controllo dati / postazioni di lavoro / terminali definiti nella conferma d'ordine/contratto di licenza e di manutenzione.
Se il materiale fornito in licenza è installato su più postazioni di lavoro o centri di controllo dati, nel complesso l'installazione è limitata al numero di postazioni di lavoro definite nella conferma d'ordine / contratto di licenza e manutenzione. Prima di effettuare l'installazione su ulteriori postazioni di lavoro / centri di controllo dati, il software deve essere cancellato completamente da altre postazioni di lavoro / centri di controllo dati, in modo che, in totale, non venga superato il numero di postazioni di lavoro / centri di controllo dati indicati nella conferma d'ordine / nel contratto di licenza e manutenzione.

2.3 Nel caso in cui funzioni del software in licenza vengano attivate su un centro di controllo dati, queste potranno essere utilizzate simultaneamente solo sul numero di terminali / postazioni di lavoro definito nella conferma d'ordine / nel contratto di licenza o manutenzione. Il diritto d'uso comprende inoltre l'utilizzo della documentazione e/o dei manuali forniti insieme al materiale in licenza.

2.4 Il Committente è autorizzato a realizzare una copia del materiale in licenza a lettura elettronica al fine di realizzare una copia di backup. È vietata la riproduzione dei manuali.

2.5 Il Committente è inoltre autorizzato a collegare ad altri programmi il materiale in licenza a lettura elettronica. L'eventuale conversione, anche parziale, nel codice sorgente, nonché la sua elaborazione, non sono consentiti.


Art. 3 Protezione del materiale fornito in licenza
3.1 Fatti salvi i diritti d'uso concessi conformemente agli articoli 1 e 2, DESIGNA si riserva tutti i diritti relativi al materiale in licenza, comprese tutte le copie complete o parziali realizzate dal Committente, anche se modificate, tradotte o collegate ad altri programmi in modo modificato o non. Rimane invariata la proprietà del Committente rispetto a supporti di registrazione a lettura elettronica, backup dei dati e dispositivi di elaborazione dei dati.

3.2 Il Committente si impegna a conservare in forma invariata i marchi di protezione contenuti nel materiale fornito in licenza, come note sul copyright e altre riserve di diritto, e di applicare la nota sul copyright di DESIGNA sulle copie da lui realizzate.

3.3 Senza previo espresso consenso scritto di DESIGNA, il Committente si impegna a non rendere accessibile a terzi il materiale fornito in licenza, né nella sua forma originale, né sotto forma di copie complete o parziali. Ciò vale anche in caso di vendita completa o parziale o di scioglimento dell'azienda del Committente. Non sono considerati "terzi" i dipendenti del Committente o eventuali altre persone che, per conto del Committente, utilizzano il materiale fornito in licenza conformemente al contratto e presso i locali del Committente.


Art. 4 Consegna
4.1 A discrezione di DESIGNA, il materiale in licenza potrà essere consegnato sul centro di controllo dati o sulla postazione di lavoro o fornito mediante trasmissione dati. Sul centro di controllo dati, sui terminali o sulle postazioni di lavoro potrebbero essere presenti diverse versioni del software o potrebbero essere presenti funzioni software attivabili da DESIGNA mediante apposito codice.

4.2 DESIGNA effettuerà l'installazione solo nell'ambito di un servizio a pagamento da commissionare in sede separata.

4.3 La data di consegna è indicata nella conferma d'ordine. Si rimanda inoltre all'articolo 4 delle Condizioni generali di vendita e di fornitura di DESIGNA.

4.4 Fino a quando non verrà effettuato l'intero pagamento del prezzo d'acquisto, tutti i supporti dati e la documentazione rimarranno di proprietà di DESIGNA e non potranno essere depositati in pegno o trasferiti a titolo di garanzia. Anche i diritti d'uso relativi al materiale fornito in licenza passeranno al Committente solo una volta completato il pagamento.


Art. 5 Tasse, modalità di pagamento
5.1 Le tasse di licenza sono specificate nel listino prezzi valido al momento della stipula del contratto e si riferiscono a una licenza esclusiva. Se in caso di acconto le prescrizioni di legge prevedono l'applicazione dell'IVA, questa dovrà essere corrisposta insieme all'acconto.

5.2 Fanno inoltre fede le disposizioni dell'articolo 3 delle Condizioni generali di vendita e di fornitura di DESIGNA.


Art. 6 Garanzia
6.1 DESIGNA garantisce che il software oggetto della consegna, se utilizzato conformemente ai termini del contratto, rispecchia i requisiti concordati in sede contrattuale, nonché lo stato della tecnica, e che è privo di difetti tali da annullarne o ridurne l'idoneità rispetto a tali requisiti. Non saranno prese in considerazione eventuali riduzioni marginali del valore o dell'idoneità. Il Committente è consapevole che alla luce dell'attuale stato della tecnica non è possibile sviluppare un programma totalmente privo di errori.

6.2 Se durante l'utilizzo del software conformemente ai termini del contratto dovessero verificarsi degli errori, il Committente è tenuto a comunicarli tempestivamente per iscritto a DESIGNA, in forma comprensibile, specificando le informazioni necessarie per individuare l'errore. Il Committente si impegna a fornire a DESIGNA tutto il ragionevole supporto ai fini della risoluzione di tali errori. Il presupposto per richiedere la risoluzione di errori è che l'errore sia riproducibile e che possa essere illustrato mediante stampate generate a macchina.

6.3 Al ricevimento della notifica di errore, DESIGNA è in primo luogo autorizzata a risolvere il difetto. A tale scopo potrà essere messa a disposizione una versione corretta scaricabile da Internet, potrà essere fornito un supporto dati contenente la versione corretta o la versione corretta potrà essere inviata mediante trasferimento online. La scelta del metodo è a discrezione di DESIGNA. Se i tentativi di porre rimedio al difetto dovessero risultare inefficaci, se DESIGNA si rifiutasse di effettuare tale adempimento successivo o se tale situazione venisse ritenuta inaccettabile dal Committente, quest'ultimo conformemente ai presupposti previsti dalla legge potrà richiedere una riduzione del compenso o, nel caso in cui alla luce della prestazione complessiva la limitazione all'utilizzo risulti inaccettabile dal Committente, quest'ultimo potrà richiedere la rescissione dal contratto. Il diritto al risarcimento danni è limitato secondo quanto stabilito all'articolo 9. Ciò vale anche in caso di eventuale richiesta di rimborso spese.

6.4 I diritti derivanti da difetti del software oggetto del contratto cadranno in prescrizione entro un anno, calcolato a partire dalla data di consegna del software. Ciò vale anche per richieste congruenti e concorrenti derivanti da una responsabilità extracontrattuale.

6.5 I diritti del Committente derivanti da vizio della cosa verranno meno qualora il Committente, senza il consenso di DESIGNA, apporti autonomamente o attraverso terzi modifiche ai programmi, senza che questo si sia reso necessario per ritardi da parte di DESIGNA e per lo scadere di una proroga fissata dal Committente o per altri motivi di rilievo al fine di consentire un utilizzo del programma conformemente alle disposizioni contrattuali. La 1ª frase non andrà considerata se il Committente dimostra che i difetti in questione non sono stati causati da modifiche al programma apportate da lui o da terzi.

6.6 DESIGNA non è tenuta a rispondere per errori e danni risultanti da un utilizzo inappropriato o non conforme ai termini contrattuali dei prodotti forniti in licenza.


Art. 7 Condizioni d'uso
Ogni programma DESIGNA fornito in licenza è stato sviluppato per essere utilizzato su determinati tipi di macchina e per operare insieme a determinati altri apparecchi e programmi di DESIGNA. Al Committente sono note le caratteristiche funzionali fondamentali del software; esse rispecchiano le esigenze del Committente. Nel caso in cui il Committente preveda l'utilizzo in condizioni d'uso particolari, queste devono essere chiarite preventivamente per iscritto ed essere approvate sempre per iscritto da DESIGNA. In assenza di altri specifiche disposizioni, fanno fede le dichiarazioni presenti nelle relative informazioni sul prodotto. Se un programma in licenza viene utilizzato in condizioni d'uso diverse da quelle previste, cade ogni diritto alla garanzia.


Art. 8 Responsabilità
8.1 Indipendentemente dal motivo giuridico, DESIGNA è tenuta a rispondere dei danni causati da una violazione colposa di uno degli obblighi contrattuali fondamentali tale da compromettere il raggiungimento del fine contrattuale. La responsabilità è limitata ai danni tipici per questo tipo di contratto, il cui verificarsi dovrebbe essere prevedibile da ciascuna parte contrattuale alla luce delle circostanze note al momento della stipula del contratto.

8.2 DESIGNA non è tenuta a rispondere di un eventuale mancato successo economico, lucro cessante, danni indiretti, danni assoluti o ulteriori e rivendicazioni da parte di terzi, a eccezione di rivendicazioni derivanti dalla violazione di diritti di protezione di terzi.

8.3 L'ammontare del danno ai sensi dei comma 1 e 2 è limitato a 25.000,00 EURO o alla tassa esclusiva del programma in licenza che è alla base della rivendicazione o che ha causato il danno diretto. Verrà applicato l'importo di volta in volta minore. Si farà riferimento alle tasse (IVA esclusa) valide al momento in cui viene avanzata la rivendicazione.

8.4 In caso di perdita di dati e loro ripristino, DESIGNA è tenuta a rispondere secondo quanto definito nei comma da 1 a 3 e solo nel caso in cui tale perdita si sarebbe verificata anche se il Committente avesse adottato adeguate misure per il backup dei dati.

8.5 Le limitazioni della responsabilità riportate nei comma da 1 a 4 valgono analogamente anche per i dipendenti e gli incaricati di DESIGNA.

8.6 Resta invariata la responsabilità di DESIGNA in relazione a danni provocati da colpa grave o dolo da parte dei suoi organi o del personale ausiliario, nonché la responsabilità di DESIGNA per la violazione di diritti d'autore di terzi e per ricorsi alla luce della legge sulla responsabilità del produttore.


Art. 9 Diritti di protezione di terzi
9.1 DESIGNA garantisce che i prodotti forniti in licenza non sono soggetti a diritti di terzi che potrebbero limitare o escludere l'utilizzo ai sensi dello scopo contrattuale concordato. Nel caso in cui terzi rivendichino tali diritti, DESIGNA indennizzerà il Committente rispetto ai costi e al risarcimento danni passati in giudicato, a condizione che il Committente notifichi immediatamente per iscritto a DESIGNA tale rivendicazione e che DESIGNA possa esercitare il controllo esclusivo sulla sua difesa e sulle azioni ad essa correlate e che il Committente fornisca a DESIGNA tutto il necessario supporto, le informazioni e l'autorizzazione a eseguire le azioni sopra citate.

9.2 In caso di rivendicazioni avanzate o che verranno presumibilmente avanzate sulla base di violazioni di diritti di protezione di terzi, DESIGNA in primo luogo potrà modificare a proprie spese il prodotto fornito in licenza in modo tale da non rendere più applicabile il diritto di protezione o potrà ottenere l'autorizzazione affinché il prodotto fornito in licenza possa essere utilizzato in modo illimitato, conformemente ai termini contrattuali, e senza che questo comporti ulteriori costi per il Committente.

9.3 DESIGNA non è tenuta a risponde nel caso in cui le rivendicazioni di terzi derivino dal fatto che il materiale fornito in licenza non è stato utilizzato in una versione valida non modificata o dal fatto che è stato utilizzato in congiunzione con programmi non forniti da DESIGNA o a condizioni d'uso diverse da quelle specificate all'articolo 7.


Art. 10 Revoca, divieto d'utilizzo
10.1 DESIGNA è autorizzata a revocare senza preavviso la licenza, in particolare nel caso in cui il Committente violi le disposizioni dei §§ 2 Entità del diritto d'uso e 3 Protezione del materiale fornito in licenza.

10.2 In caso di revoca, indipendentemente dal momento in cui essa avviene e del motivo che ne è alla base, il Committente è tenuto a restituire a DESIGNA l'originale, nonché tutte le copie e le copie parziali del materiale in licenza. Se il materiale in licenza si trova su supporti di registrazione a lettura elettronica del Committente, al posto della restituzione dovrà venire effettuata la completa cancellazione del materiale registrato.


Art. 11 Varie
11.1 I rapporti contrattuali sono regolati dal diritto tedesco. Le lingue contrattuali sono il tedesco e l'inglese.

11.2 Foro competente per tutte le dispute derivanti dal contratto sarà il tribunale con giurisdizione sulla sede di DESIGNA, nel caso in cui il Committente sia rappresentato da un soggetto commerciale, una persona giuridica pubblica o un patrimonio speciale pubblico. DESIGNA è inoltre autorizzata a intentare causa presso la sede del Committente. L'accordo sul foro competente vale anche nel caso in cui il Committente,  sul proprio territorio nazionale, non disponga di un foro competente generale.

11.3 Qualora singole parti delle presenti condizioni di licenza dovessero dimostrarsi inefficaci o non applicabili, ciò non comprometterà la validità delle parti restanti. I partner contrattuali sono tenuti a sostituire le disposizioni inefficaci con altre valide dal punto di vista legale e il più vicino fedeli al senso, allo scopo e al risultato economico di quelle originali.

designa worldwide